Parrocchia del SS. Crocifisso - S. Caterina – Modena 

IL CAMMINO DI PREPARAZIONE AL SACRAMENTO

DELLA S. CRESIMA PER GIOVANI-ADULTI

cresimadulti

La nostra esperienza ...

Da 15 anni circa nella nostra parrocchia seguiamo il cammino di preparazione alla S. Cresima per giovani adulti e possiamo dire che è un'esperienza che ci arricchisce moltissimo, che si è arricchita negli anni e che ultimamente si sta trasformando sempre più da “Corso in preparazione alla Cresima” a occasione di condivisione sincera, fra di noi e coi cresimandi, della nostra esperienza di Cristo e della Chiesa, grande famiglia di Cristo che ci accoglie tutti come veri figli e fratelli nella fede.

 CHI SIAMO?

Due semplici mamme e don Sergio, il nostro parroco, che condivide da sempre con noi ogni momento di questo cammino e offre ad ogni “cresimando” il volto paterno di un sacerdote “innamorato” di Gesù e desideroso di farlo conoscere e incontrare a tutti i fratelli che per i motivi più diversi hanno deciso di compiere anche solo un piccolo e incerto passo sulle strada che conduce a Lui.

IL CLIMA DEI NOSTRI INCONTRI

Abbiamo capito negli anni che la cosa fondamentale che deve caratterizzare gli incontri è innanzitutto l'accoglienza e la disponibilità all'ascolto . Per le persone che chiedono di ricevere la Cresima noi rappresentiamo, nella maggior parte dei casi, il volto visibile della Chiesa (e che responsabilità...!). Molte volte ci troviamo davanti persone che si sono allontanate dalla Chiesa per incomprensioni, scontri, malintesi con sacerdoti, parrocchie o cristiani, e negli anni hanno “covato” dentro questo malessere generalizzando e identificandolo con la Chiesa e quindi vengono a noi con il luogo comune a tanti, purtroppo: “Credo in Dio ma non nella Chiesa e nei preti...” e ce lo lanciano come una sfida che però tante volte riconosciamo semplicemente come una richiesta di accoglienza e comprensione.

Quello che abbiamo capito è che fondamentale in questo percorso è la dimensione comunitaria . Il gruppo che si forma diventa un gruppo affiatato e a volte si creano bei rapporti di amicizia fra le persone, amicizia vera perchè nata dal confronto aperto e sincero su questioni che riguardano la parte più vera e profonda di ognuno di noi.

 Il dialogo è sempre, dopo la preghiera, il primo momento di ogni incontro.

Abbiamo capito che non serve a molto da parte nostra iniziare a parlare di Cristo, di Dio, di Spirito Santo o di Sacramenti senza partire dall'esperienza che di Dio ogni persona ha, e molte volte la semplice condivisione di queste personalissime esperienze diventa la parte più “ricca” dell'incontro...il momento in cui noi stessi veniamo arricchiti ed evangelizzati! Le persone si rendono conto che Dio non è qualcosa di astratto o lontano ma è vivo e presente nella vita di ogni battezzato e agisce, si fa sentire, ed è bellissimo per molti scoprire che c'è sempre stato anche per chi credeva di esserne molto lontano!

A quel punto... la catechesi.

 I CONTENUTI

Noi non abbiamo un “testo” da seguire ma chiediamo ai cresimandi che ognuno abbia una Bibbia da portare sempre con sè, anzi, molte volte la Parrocchia ne offre una a chi non ne ha, come dono prezioso da tenere per la vita.

La Bibbia è il nostro riferimento, la leggiamo moltissimo, li abituiamo a cercare i passi dell'Antico e del Nuovo Testamento e a leggerla confrontandola con la vita.

I “Temi” dei nostri incontri sono:

  • Dio - Il cammino dell'Esodo
  • Il Sacramento della Riconciliazione
  • Dio Padre - il figliol prodigo
  • Il comandamento dell'Amore –Inno alla Carità
  • Il Battesimo che ci fa figli di Dio
  • Lo S. Santo e i suoi frutti
  • Gesù uomo
  • I Doni dello Spirito Santo
  • Gesù figlio di Dio
  • Il Sacramento della Cresima
  • L'Eucarestia nel giorno del Signore
  • La Chiesa

A volte integriamo con argomenti che ci vengono richiesti o che emergono dal confronto nel gruppo.

I nostri incontri durano un ora circa, dalle 21 alle 22 del lunedì sera, e di solito cerchiamo di rimanere nel termine fissato perchè ognuno ha alle spalle una giornata lavorativa (noi compresi!)

 LA VITA SACRAMENTALE E DI PREGHIERA

La cosa che diciamo all'inizio del primo incontro è che un cristiano non può dirsi tale se non partecipa regolarmente all'Eucarestia domenicale . L'Eucarestia viene presentata come parte fondamentale del percorso e questo punto fermo viene ribadito, sottoforma di invito o anche di appuntamento domenicale con noi, ad ogni occasione d'incontro. Naturalmente non tutti e non sempre accolgono questo invito... ma crediamo che se “toccano con mano” la nostra convinzione profonda, questo momento fondamentale della vita cristiana e di Chiesa non passerà più così inosservato...

Negli ultimi anni abbiamo verificato una maggiore assiduità alla partecipazione dell'Eucarestia che è spesso continuata anche dopo la Cresima (ci capita ancora di incontrare alcuni nostri ex cresimandi alla Messa della domenica in parrocchia... con grande gioia!)

Per quanto riguarda la preghiera , negli ultimi anni abbiamo iniziato a parlarne sempre più spesso come di un momento di incontro personale o comunitario col Signore cui ricorrere spesso durante la nostra vita quotidiana. Ma sappiamo bene che a pregare si impara soprattutto... “pregando”, e così, nell'ultimo “corso” abbiamo provato a fare un incontro di preghiera in preparazione al Natale (al quale abbiamo invitato anche gli ormai “cresimati” dell'ultimo gruppo). Abbiamo “pregato” tutti riuniti attorno al tabernacolo, in Chiesa, abbiamo meditato sull'esperienza di Maria, Madre di Gesù. Probabilmente nessuno di loro aveva mai “osato” avvicinarsi tanto ad un altare o ad un tabernacolo... anche piccole cose che noi diamo per scontate possono diventare uno strumento per avvicinare le persone a Gesù!

 

Al termine dell'incontro i nostri sacerdoti si sono messi a disposizione per le confessioni.

Si sono confessati tutti...cresimati e attuali cresimandi!

LA COMUNITÀ PARROCCHIALE.

Questa è la “sfida” che ci stiamo ponendo sempre di più ultimamente, ma c'è ancora tanta strada da fare!

Ricevere un Sacramento non significa prendere una “patente” ma significa inserirsi nella Chiesa, “abituarsi” ad avere una vita di preghiera e sacramentale assidua come nutrimento indispensabile della vita di fede, sentirsi in cammino con gli altri come comunità-Chiesa, diventare pietre vive della Chiesa, diventare sensibili alle necessità dei fratelli.

Tutto questo rappresenta un traguardo difficile da raggiungere, ma ci rendiamo sempre più conto che è necessario averlo sempre ben presente.

Qualche piccolo passo lo abbiamo fatto.

Noi siamo inserite in parrocchia perché partecipiamo al gruppo famiglie, i nostri figli frequentano la parrocchia e quindi il più possibile cerchiamo di trasmettere quanto tutto questo è importante per noi. Al termine degli incontri presentiamo ai cresimandi la nostra comunità parrocchiale, i vari settori in cui potersi impegnare, le occasioni formative che la parrocchia offre, i diversi gruppi in cui è possibile inserirsi (specialmente i gruppi famiglie, visto che la maggior parte dei cresimandi prima o poi si sposerà)

Questa è la “sfida”... ma la strada da fare è ancora tanta!

MOMENTI DI FRATERNITÀ

Sempre molto bello e importante, il momento di “festa” al termine dell'ultimo incontro, dopo le confessioni pre-Cresima. Le future “spose” (o le mamme) si cimentano come “cuoche” e don Sergio apprezza sempre tutto con grande ... entusiasmo, soprattutto i dolci! Dopo la Cresima è capitato di ritrovarsi a mangiare la pizza con la “partecipazione” dei nostri figli e dei nostri “don”, ed è stata un'esperienza... da ripetere perchè occasione di condivisione, di dialogo e di amicizia fraterna!!

LA CELEBRAZIONE DELLA S. CRESIMA

Da anni ormai, con la delega del Vescovo, la Cresima la celebra spesso il parroco, nella nostra parrocchia, all'interno della Messa domenicale (sempre per coinvolgere la comunità). E' un momento preparato insieme ai cresimandi che leggono le letture e le preghiere dei fedeli. Molto spesso i cresimandi fanno in quell'occasione, anche la loro prima comunione.

 E PER FINIRE...

Questa nostra esperienza potrà sembrare raccontata in modo fin troppo “positivo”... ma è logico che come in ogni cosa anche per noi ci siano problemi, insuccessi, momenti di sofferenza su cui è necessario confrontarsi e pregare... pregare tanto!

Noi però ci sentiamo felici e fortunate del cammino fatto finora... felici e fortunate perchè negli anni, noi per prime siamo cresciute e sentiamo che è aumentata in noi la fede e la fiducia nello Spirito Santo al quale ci affidiamo sempre più come umili strumenti e al quale, nella preghiera quotidiana affidiamo sinceramente ogni “Cresimando” che Dio decide di mettere sulla nostra strada.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Don Andrea

 

Joomla 3.0 Templates - by Joomlage.com